Factory Asks

FACTORY ASKS 0004 : MARTINA RIDONDELLI

Autoritratti, Photo by Martina Ridondelli
Bianca Garzella Photo by Martina Ridondelli, M.U.A. Isabella Biagini

Nome artista 0004 : Martina Ridondelli

BIO

Nata a Pisa, diplomata all’istituto d’arte con indirizzo di “architettura e arredo” decide di approfondire la sua passione per la fotografia trasferendosi a Milano e studiando presso l’Istituto Italiano di Fotografia. Si specializza in ritrattistica e in fotografia di concerti, lavorando in buona parte nel settore musicale. Essendo la musica un’altra sua forte passione, incomincia a fare foto promozionali, artwork e a collaborare in modo sempre più diretto con i musicisti. Nel corso degli anni, approfondisce progetti personali che espone in diverse città italiane. Attualmente sviluppa i suoi lavori sia in interno, presso il suo studio, sia in esterno.

01. Come hai intrapreso questo percorso artistico?

Ho incominciato a far fotografie grazie a mio padre che mi regalò la prima macchina fotografica intorno ai 9 anni e posso dire che da lì è incominciato tutto.

02. A chi o a cosa ti ispiri per quanto riguarda i tuoi lavori?

A tutti e a nessuno o a tutto e a niente. Mi piace osservare ma non ho un riferimento ben preciso e molto spesso le influenze e le ispirazioni cambiano di mese in mese.

03. C’è un messaggio legato ai tuoi lavori senza il quale non li chiameresti tuoi?

Cuore e stomaco.

04. Che cosa vuol dire Underground per te?

Underground è qualcosa di bello ma strano perchè sembra parlare sottovoce ma urla più forte delle realtà della cultura di massa. Il concetto di “underground” in questo periodo storico di confusione estetica e concettuale assume tante forme. E’ tutto un grosso calderone dove difficilmente si riconosce cosa ci sia dentro.

 

|  The Factory  | Martina Ridondelli  |

“Nessun artista è stato maltrattato durante la realizzazione di questa intervista”

 

Autoritratti, Photo by Martina Ridondelli
Giorgio Canali Photo by Martina Ridondelli

News and Events

X2, Raddoppiamo!

Il Pisa Undeground Movement torna a festeggiare nella sua Pisa. Sabato 30 maggio insieme all’etichetta “MoveXperience” siamo emozionati di presentarvi un’altra festa, un’altra occasione di incontro e di scambio, nella romantica cornice del vecchio Cinema Lumiere. “X2” il nome della nuova festa, “X2” rappresenta la seconda potenza della variabile creativa del PUM. Lo scorso mese con “X” vi abbiamo introdotto in una dimensione visiva personale e variegata, con le performance visive di Ten Pants, XO/NDE- Video XO drum&space project, Jack Omino & Micol Pisci – Visual, Vj Atomix, D.r.e.n + Tritono – Visual, e ancora OTTOvonbismARK aka Ark8 con il suo Visual Mapping.
Ma che cosa intende la P.U.M. Factory con la X?

” X è un progetto di ricerca della propria identità, della propria forma artistica, del proprio percorso nel quale spesso si incontrano incroci, tra arti diverse, sperimentazioni, nuovi ruoli e nuovi giochi. Il viaggio verso una cometa sepolta ai confini dell’universo o semplicemente quello che tutte le mattine si compie per andare a comprare i cicchini al tabacchino. Qualsiasi cosa da esprimere è X e chiunque è X e trova spazio dovunque. ” – Dren

Con X2 abbiamo raddoppiato il termine variabile, con l’intenzione di portarvi in una dimensione più tangibile dove musica, video, disegni, illustrazioni e fumetti possano prendere corpo e anima e fondersi insieme nell’esperienza tipica del nostro movimento. X al quadrato , il nostro secondo appuntamento propone di portare su un palco noto, ciò che viene prodotto sotto al palco. Il pubblico diventa attore e l’attore pubblico, in un mix esplosivo di vitalità e aspettativa.

Questo il programma dettagliato della nostra avventura:

[column_one_half]

 

Autoritratto, Photo by Martina Ridondelli
Autoritratto, photo by Martina Ridondelli

 

 

 

 

 

 

* 19:00 si aprono le porte del Lumiere che ospiterà per tutta la serata tre fantastiche donne:

Martina Ridondelli, esposizione fotografica.

Beatrice Taccogna, esposizione di tele.

Lois Frangioni, sarà presente con il suo banchetto vintage nel quale potrete trovare vestiti e accessori di seconda mano a prezzi davvero “underground”

** 20:00 faremo una chiacchierata con Francesco Catelani, autore del fumetto “Crotus

“Un’osservatore silenzioso assiste alla nascita di ogni cosa, mentre astrodivinità ancestrali danno vita all’esistente, guidate da una mano che -svogliata- ne scarabocchia forme e movenze su fogli bianchi.
“In principio era il verbo”, diceva qualcuno.
Qui no: in principio era una pagina vuota.”

Lofi-Comics , con all’attivo 14 fanzine pubblicate e una in arrivo!

Cistus – La casa del morto (già presente alla 1° edizione del P.U.M Art Fest)

Federico Fabbri – il disegnatore, fumettista lucchese delle epiche locandine del Seed Club

&

– il distro BORDA!fest con il libro “Rise of the Subterraneans”, più in distribuzione pubblicazioni di Uomini Nudi che Corrono, Vieni Verso il Municipio, C.A.C.C.A.

– il distro Autoproduzioni varie tra cui : il Soppalco Fanzine La fabbrica di Braccia, Mattia Pagliaruolo.

A mali estremi - Rodedentro
A mali estremi – Rodedentro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[/column_one_half]

[column_one_half_last]

 

I PlayOff (Fiera, Freddastereo e la Mirana)
I PlayOff (Fiera, Freddastereo e la Mirana)

 

 

 

 

 

 

*** 21:00 proietteremo i corti di Fiera e Freddastereo  

Ricompaiono le non-situazioni del duo pisano che ci trascineranno in una periferia pisana vissuta con ironia e disincanto.  Un progetto nato dal nulla, che punta al nulla, che parla di nulla, ma sa come farlo (dicono loro).

per quanto riguarda la musica :

**** 22:00SORRYCAT (Dj-set) che aprirà la serata con un’ora di intenso U.K. Garage

**** 23:00SOULSHAKER Project – La caldissima e potentissima voce soul di Celeste Zhilla, che ripropone i pezzi delle Weeping Willows in una chiave strumentale, accompagnata dalla chitarra di Andrea Caracciolo, la batteria di Dario Patamia e il basso di Giovanni Grillo.

**** 00:00 – presentazione del disco “A mali estremi” dei RODEDENTRO, prendiamo spunto direttamente dalla descrizione della loro pagina: “Rodedentro è un powertrio. Flavio & Andrea & Davide.” Semplice e diretto, una musica potente che non vuole noie.

**** 01:00MVZA  (Dj-set)  – due ospiti torinesi, a conclusione di questo lungo viaggio, perché se non concludiamo la serata con musica techno ed electro che ci scuota e ci scarichi, che festa sarebbe?

 

 

 

 

 

Were just a bit- MVZA_Remix
Were just a bit- MVZA_Remix

|  the Factory  |  Nicol P.

[/column_one_half_last]

News and Events

Il produttore vagabondo: suoni e socialità al Link

Non è per niente scontato assistere a tre giorni di rinnovato entusiasmo, attenzione, vivacità e allegria così intensamente come sta accadendo qui a Bologna per il primo “Underground Movement” il festival che unisce 4 Città (Bologna ospitante, Pisa, Ragusa, Roma e Barcellona in Spagna), 13 spazi, più di 65 artisti, altrettanti gruppi e associazioni operanti in maniera trasversale su musica, arte figurativa, multimediale, letteratura, poesia e sport. Sicuramente la partenza è stata ottima e questa prima edizione di UM sta facendo girare molto entusiasmo nei vari ambiti e nelle varie città, come una forza propulsiva, una nuova vitalità che era da troppo tempo latente ma che finalmente è riesplosa! Tutti insieme siamo qui a Bologna per dire Italia noi esistiamo, Italia non sei solo una scarpa con un tacco, Italia abbiamo tanto da dirti e tanto da dire anche al resto del mondo. E non lo faremo solo con 5 giorni di festival, lo continueremo a fare, come da sempre lo abbiamo fatto in ogni singolo spazio di ogni sperduta città, ma da oggi in poi lo faremo sempre di più, con una forza e un vigore rinnovato, con una rete fatta di carne, ossa e testacce dure che geograficamente già ti copre Italia e si estende anche all’estero!

Read more “Il produttore vagabondo: suoni e socialità al Link”